Il ministro dell’Ambiente lancia la sfida: ‘plastic free’ entro ottobre

Il ministero dell’Ambiente Sergio Costa vuole dare il buon esempio e lancia una sfida: sarà ‘plastic free’ entro il 4 ottobre 2018.

A dare l’annuncio ieri è stato il ministro Costa, incontrando la stampa presso il suo dicastero. Un annuncio che è anche un appello, rivolto a tutti ma in particolare al presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico e al ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche sociali Luigi Di Maio perché tutte le istituzioni seguano l’esempio replicando l’impegno.

La scelta di fare del ministero dell’Ambiente un dicastero ‘plastic free’ è solo la prima azione della campagna #iosonoambiente lanciata oggi dal ministro Costa “con uno sguardo su tutta l’Unione Europea e su tutto il mondo”. La data, il 4 ottobre, è stata scelta perché “è San Francesco, il messaggero della tutela del Creato, è un giorno importante per tutti noi italiani”, sottolinea Costa nel video realizzato per il lancio della campagna in cui invita tutti a dare il proprio contributo raccontando, attraverso l’hashtag, il proprio impegno, grande o piccolo che sia, per liberarsi dalla plastica.

Ma, sottolinea Costa, sono le istituzioni a dover dare il buon esempio. E così, in un video postato sul sito del ministero dell’Ambiente, il ministro lancia un appello all’interno del Movimento 5 Stelle: “Simpaticamente chiedo al presidente della Camera, all’on Roberto Fico, ‘Caro Roberto’, ma anche al ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, onorevole Luigi Di Maio, ‘Caro Luigi’, entrambi diventate plastic free, liberate la Camera, liberate il ministero. E chiedo anche agli altri ministeri, fatevi portavoce voi, caro Roberto e caro Luigi, di simpaticamente sfidare gli altri ministeri a liberarvi e a liberarci dalla plastica. Assumete anche voi questo impegno, come l’ho assunto io, e facciamolo insieme. Partiamo tutti al più presto possibile”.

Poi il ministro allarga l’appello “alle altre istituzioni, di qualsiasi livello governativo, Regioni, Città metropolitane, Comuni, parlo di tutti gli enti pubblici” a far proprio l’hashtag #Iosonoambiente, “e a twittare il proprio impegno per liberarsi dalla plastica, come dimostrazione di partecipazione”.
“Insieme – esorta il ministro – ce la facciamo tutti”.

 

FacebookTwitterGoogle+

Leave a Response