Lunedì 27 Aprile 2015 - Utenti connessi: 13 - N° Visitatori: 85760

Cronaca & Attualità:

Sicurezza lavoro: Napolitano, obiettivo ancora da raggiungere

La ricerca di condizioni di lavoro "sicure e dignitose" e' un obiettivo "che nemmeno oggi puo' dirsi raggiunto e che deve continuare a impegnare le autorita' italiane ed europee". Cosi' il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione del 56° anniversario della tragedia di Marcinelle. Napolitano, per il tramite dell'Ambasciatore d'Italia a Bruxelles, Roberto Bettarini, ha espresso in un messaggio sentimenti di vicinanza a tutti coloro che interverranno agli odierni momenti commemorativi della tragedia del Bois du Cazier: "Il ricordo della terribile vicenda di Marcinelle e' ancora vivo nelle famiglie e nei compagni delle vittime. Tutta l'Italia vi scorge l'emblema dei sacrifici affrontati dai lavoratori italiani emigrati in altri Paesi, impegnati a costruire un avvenire migliore per le giovani generazioni e un'Europa piu' moderna e solidale. Il dramma che oggi rievocate e' di stimolo alla incessante ricerca di condizioni di lavoro sicure e dignitose per tutti. Si tratta di un obiettivo che nemmeno oggi puo' dirsi raggiunto e che deve continuare a impegnare le autorita' italiane ed europee". (AGI) 
Visualizzazioni 258 di Redazione CTS, autore
Condividi su facebook

Inviaci un commento alla news

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo il decreto legge 196/03.

L'EDITORIALEConsulta l' archivio

L'iniziativa (censurata) per abolire il vitalizio a mafiosi e corrotti: firmate e fate girare!
di Fonte: nocensura.com

Servono 1.000.000 di firme per mettere renzi e soci con le spalle al muro, con una legge di iniziativa popolare. Il comitato promotore ha raccolto 850.000 firme, tra web e dal vivo, i media non ne parlano e non ne parleranno, per evitare imbarazzi a Renzi, che sarebbe in difficoltà a dire NO alla cancellazione del vitalizio a corrotti, mafiosi e affini... vogliamo continuare a dire "tanto non cambia niente" - "tanto non serve a niente" o ci iniziamo a muovere per ottenere ciò che esigiamo? Una semplice firma conta più di quanto sembra. Grazie ai referendum non ci hanno imposto il nucleare, anche se c'è da dire che quello sull'acqua è stato disatteso... e più ne disattenderanno, più la gente aprirà gli occhi... calano i consensi e convincere la gente è sempre più difficile per loro...

 

Fonte: http://www.nocensura.com/2015/04/liniziativa-censurata-per-abolire-il.html

Fermiamo gli ecocriminali: subito la legge sugli ecoreati
di Fonte: riparteilfuturo.it

Chiediamo alla Camera di approvare rapidamente il disegno di legge sugli ecoreati, così come fatto dal Senato il 3 marzo 2015, senza cambiare neanche una virgola.

Chiediamo alla Camera di approvare subito il disegno di legge sull’introduzione dei delitti ambientali nel Codice penale.

L’Italia ha bisogno di una vera e propria riforma di civiltà, che sanerebbe una gravissima anomalia: oggi chi ruba una mela al supermercato può essere arrestato in flagranza perché commette un delitto, quello di furto, mentre chi inquina l’ambiente no, visto che nella peggiore delle ipotesi si rende responsabile di reati di natura contravvenzionale, risolvibili pagando un’ammenda quando non vanno – come capita molto spesso – in prescrizione. Non esistono nel nostro Codice penaleinfatti, né il delitto di inquinamento né tantomeno quello di disastro ambientale. Uno squilibrio di sanzione anacronistico, insostenibile e a danno dell’intero Paese, che garantisce spesso l’impunità totale agli ecocriminali e agli ecomafiosi.

Oggi, finalmente, siamo vicini a una svolta. 
Nel febbraio 2014, infatti, 
la Camera dei deputati ha approvato a larghissima maggioranza un disegno di legge che inserisce 4 delitti ambientali nel nostro Codice penale: inquinamento e disastro ambientale, trasporto e abbandono di materiale radioattivo e impedimento al controllo. Dopo mesi di stallo, il 3 marzo il Senato ha approvato con una maggioranza schiacciante il disegno di legge che introduce i delitti ambientali nel codice penale, cancellando le parti che avrebbero fatto gli interessi degli ecocriminali e apportando alcune migliorie. Ora manca soltanto un ultimo passo: il testo torna alla Camera dei deputati, dove il provvedimento deve essere approvato rapidamente e in via definitiva.

Il pressing degli inquinatori però non si è fermato: continuano a spingere per ottenere modifiche che farebbero tornare la legge al Senato affossandola. Non dobbiamo lasciargli campo libero: dopo decenni di disastri ambientali impuniti sarebbe davvero una beffa.
Per questo dobbiamo accendere ancora una volta tutti insieme i riflettori sui lavori a Montecitorio. 
In nome del popolo inquinato, continuiamo a vigilare e a firmare contro i tentativi di boicottaggio.

Vittorio Cogliati Dezza, presidente Legambiente

Luigi Ciotti, presidente Libera

Vincenzo Vizioli, presidente Aiab

Fulvio Aurora, segretario AIEA - Associazione italiana esposti amianto

Francesca Chiavacci, presidente Arci

Dino Scanavino, presidente Cia - Confederazione italiana agricoltori

Roberto Moncalvo, presidente Coldiretti

Natale Belosi, coordinatore comitato scientifico Ecoistituto di Faenza

Andrea Carandini, presidente Fai - Fondo Ambiente Italia

Filippo Brandolini, presidente Federambiente

Forum italiano dei movimenti per l’acqua

Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR

Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo Greenpeace Italia

Gianluca Felicetti, presidente Lav

Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club

Link Coordinamento Universitario

Fulvio Mamone Capria, presidente Lipu

Roberto Romizi, presidente Medici per l’ambiente - Isde Italia

Piergiorgio Duca, presidente Medicina Democratica 

Rete della Conoscenza

Beniamino Ginatempo, presidente Rifiuti Zero Sicilia

Franco Iseppi, presidente Touring Club Italiano

Unione degli Studenti

Donatella Bianchi, presidente WWF Italia

Rossano Ercolini, presidente Zero Waste Italy

 

Fonte: http://www.riparteilfuturo.it/delittiambientali

VIDEO DA YOUTUBE

Informazione

CTS notizie

Palermo in Co...

Consiglio Com...

Salute & Soci...

Tgweb

Parliamo di.....

Salute e bene...

Il Consiglio ...

Promo CTS

Provincia di ...

Comune di Pal...

CTS notizie s...

IRCAC

SICI'

TG TeleSicili...

Babylon Cafè

Intrattenimento

LA TV FAI DA ...

Silvio Rocco ...

Biffy Music T...

Flash Music

Roberta Bella...

SCUGNIZZO

Il Salotto di...

Palla al Cent...

M.Mordino

Settanta

Verità in dir...

Cangialosi pr...

Tutt'apposto

Via Montalbo

Alex-Melissa-...

Documentari

A TU PER TU c...

FRANCESCA

Anna

Fabrizio Colo...

Stranuamuri S...

Le Tigri

Mare Musica &...

Blue Moon

Royal Music

Scusate il Ri...

L'Amore in Mu...

Red & Movida

La Musica che...

CTS Vintage

Carmelo Stile...

Politica 2.0

Intrattenimento

Gli Speciali ...

PROFILE

Agalmata

Vox Populi

BorgoItalia

MOTORI

Batti & Ribat...

Liberi di

Viaggiando

Dal nostro ma...

CTS Focus

Sotto la curv...

Medicina Oggi...

Comici da leg...

MEDICINA 2005...

Costretti in ...

COMICI

Rubriche

Pagina dello ...

Cabarettiamo

Rotocalcio

Io Vedo Rosan...

Canali Web

CTS

Tele Sicilia

Video Mediter...

Tele Video Ag...

ONDA TV

AccuRadio

VideoSicilia

TUTTI I COMUNI DI SICILIA

A

B

C

D

E

F

G

I

J

L

M

N

O

P

R

S

T

U

V

Z